Ovaio policistico, trattamento con metformina porta benefici

Ovaio policistico, trattamento con metformina porta benefici

La metformina migliora la regolarità del ciclo mestruale e riduce l’indice di massa corporea (IMC), il testosterone e l’ormone luteinizzante (LH) in donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) di peso normale o sovrappeso entro sei mesi dall’inizio del trattamento, secondo uno lavoro pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism. «Il nostro studio è uno dei pochi a esaminare gli effetti a lungo termine della metformina. Si tratta anche del primo lavoro che valuta la metformina in tutti i sottogruppi di donne con PCOS, mentre la maggior parte degli studi precedenti riguardava in particolare le pazienti obese e/o iperandrogeniche» dice Po-Kai Yang, del National Taiwan University Hospital di Taipei City, primo nome dello studio. I ricercatori hanno confrontato la risposta alla metformina in 119 donne in sovrappeso e peso normale con PCOS valutando la regolarizzazione del ciclo mestruale durante il trattamento e i profili ormonali, metabolici e antropometrici. Le pazienti hanno iniziato con 500 mg/die di metformina nel primo mese, seguiti da 1.000 mg/die nel secondo mese e 1.500 mg/die dal terzo al ventiquattresimo mese.

Le donne sono state inoltre stratificate in quattro sottogruppi: peso normale e testosterone normale (n=49), peso normale e testosterone elevato (n=23), sovrappeso e testosterone normale (n=27), sovrappeso e testosterone elevato (n=20). La proporzione di pazienti con ciclo mestruale normale era più alta nelle donne in sovrappeso rispetto quelle di peso normale. A sei mesi, la proporzione di donne con mestruazioni normali era del 47% nel gruppo peso normale e testosterone normale, del 43% nel gruppo peso normale e testosterone elevato, del 42% nel gruppo sovrappeso e testosterone normale, del 42% nel gruppo sovrappeso e testosterone elevato. Le pazienti classificate come peso normale e testosterone elevato, che avevano il più basso tasso di mestruazioni normali all’ingresso nello studio, hanno mostrato il miglioramento maggiore a sei mesi. Quelle sovrappeso e con testosterone normale al basale hanno mostrato un miglioramento continuo fino a 12 mesi e hanno avuto la più alta percentuale di cicli mestruali normali (63%) dopo due anni di trattamento. Rispetto al basale, al mese 24 IMC, testosterone e LH erano significativamente più bassi nelle pazienti sovrappeso e normopeso trattate con metformina. «Saranno necessari ulteriori studi per determinare l’efficacia nei diversi gruppi fenotipici» concludono gli autori.

J Clin Endocrinol Metab. 2018; doi: 10.1210/jc.2017-01739.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29325133

Giuseppe Nicodemo
giunico@hotmail.com